28 aprile 2017

Tarte tatin alle mele


La tarte tatin, ovvero la torta di mele rovesciata, è una ricetta che ha origini antiche. Si tratta di una base di pasta briseè leggera (senza uova), tante mele e un meraviglioso caramello che ingolosisce il tutto.
E' semplice da preparare, con qualche accorgimento si otterrà una torta buona e bellissima.
Ad esempio le mele bisogna sceglierle delle varietà adatte alla cottura, che non si disfino o rilascino troppa acqua, tipo le renette o le annurche. Anche le fuji andranno bene. La pasta bisogna lavorarla il meno possibile (come ogni frolla/briseè) e lasciarla riposare in frigo.
Per cuocerla occorrerà utilizzare una tortiera non apribile (in quanto durante la cottura rilascia un po' di sughetto) e che possa andare sul fuoco con uno spargifiamma (una teglia normale di alluminio andrà benissimo).
E' perfetta da portare ad una cena informale o a un pranzo da amici.  Io l'ho preparata con la farina di farro e amido di mais, essendo intollerante al grano. Verrà una torta piu' rustica ma anche piu' saporita, con un sapore antico che sa di cose buone...
Se si amano i sapori piu' tradizionali si puo' utilizzare farina a basso W (meno di 10) oppure, se si usa una farina piu' proteica, basterà tagliarla con 1/5 di fecola di patate o amido di mais.

23 novembre 2016

Mousse al cioccolato fondente

Una mousse deliziosa, cremosa e vellutata, che soddisfera' anche i palati piu' esigenti. 
Ricorda molto il ripieno del famoso cioccolatino lindor fondente. 
Senza zucchero, per esaltare il gusto e l'aroma del cioccolato fondente.
Senza farina, quindi va bene anche per chi soffre di celiachia e di intolleranze al grano.
Senza cottura. È' velocissima.
Le uova devono essere freschissime e rigorosamente bio.
Al primo affondo del cucchiaino si sentirà' subito la sofficita' e le leggerezza di questa piccola meraviglia.....

Provatela, non la dimenticherete facilmente.
Un ringraziamento speciale alla mia amica Antonella, per il fantastico allestimento della tavola.

02 settembre 2016

Catalana di gamberoni e coda di rospo

Un piatto estivo, fresco, da preparare in anticipo, molto gustoso e leggero, con pochissime calorie.
Perfetto per una cena all'aperto, sia come antipasto che come secondo piatto.
Il pesce e' semplicemente lessato, quindi fatto freddare e accomodato in una emulsione di olio, limone, sale e aceto balsamico.
Ancora piu' salutare se al posto del sale useremo acidulato di umeboshi. Le umeboshi sono prugne giapponesi ricchissime di acido citrico (in realta' sono una varieta' di albicocche) dalle straordinarie proprieta'.
In particolare l'acidulato (una sorta di aceto salato) non da' ritenzione idrica, pertanto e' consigliato nelle diete ipocaloriche e anticellutite in quanto aiuta contro la stanchezza, debolezze e problemi di circolazione.
In questo piatto useremo le cipolle crude che, se lasciate a macerare in una soluzione di acqua, aceto e sale, diventeranno digeribili e leggere.
Ingredienti per 4 persone:

26 agosto 2016

Confettura di prugne e more

.......lunga assenza, è vero.
Circa tre mesi.
Complice una dieta rigorosa (dimagrante e disintossicante) e un periodo di super impegni e tanti viaggi.
In piu' aspettavo di acquistare una macchina fotografica seria, che finalmente ho trovato.
Vabbè..........passiamo alla ricetta.
Ho cercato di non far prevalere il sapore intenso delle more, mettendone circa 1/7 rispetto alla quantita' di prugne, e la percentuale ipotizzata ha dato un risultato ottimo: una confettura davvero deliziosa, non troppo dolce, con una consistenza quasi gelatinosa, colore porpora profondo e profumo ottimo.
L'abbinamento della frutta e' stato casuale: dopo una raccolta di diversi kg di prugne dell'albero in giardino e di circa 1 kg di more di rovo, che maturano nello stesso periodo, e' stato facile mettere assieme i due prodotti.
Ho cercato di rispettare la formula 1 kg di frutta (non acquosa e al netto degli scarti) con circa 700 gr di zucchero, per evitare che il prodotto finale sia troppo dolce oppure non abbia la giusta quantita' di conservante (lo zucchero ha tale proprieta'): troppo zucchero altera il sapore, troppo poco non fa conservare a lungo le marmellate e confetture.
Perfetta per la colazione, per una buona crostata o da usare in abbinamento a formaggi tipo tomino fresco o pecorino semi stagionato...
Ecco la ricetta, le dosi sono per circa 6 vasetti da 500 gr.