26 maggio 2014

Frittatine profumate alle erbette del terrazzo


Una ricettina veloce e semplicissima, da usarsi per una apericena o un secondo light, facilissima e che piace a tutti.
Basta avere a disposizione un mazzetto di erbette aromatiche: rosmarino, basilico, santoreggia, origano, timo, salvia, prezzemolo, rucola, melissa, menta....tutto quello che troviamo al mercato o, ancora meglio, quello che coltiviamo in un vaso sul balcone, in terrazzo o, per i piu' fortunati, in giardino.
Si possono utilizzare anche solo alcune di queste erbe, a piacere.
L'ideale e' fare un trito di erbette il piu' possibile miste a cui possiamo aggiungere aglio fresco, cipollina e peperoncino, e il piu' e' fatto.

Ingredienti per 3-4 frittatine:
4 uova bio
Un mazzetto di erbette miste, preferibilmente fresche ma vanno bene anche secche
1 spicchio di aglio, possibilmente fresco
1 piccola cipollina fresca
1 cucchiaio abbondante di parmigiano grattugiato
Olio EVO 4 cucchiai scarsi
Sale q.b.

Preparazione:
Tritiamo al coltello le erbette, quindi l'aglio, la cipolla e il peperoncino. Dovremo ottenere un trito abbastanza sminuzzato ma non polverizzato.
Sbattiamo le uova in una ciotola, aggiungiamo il parmigiano e il sale.
Uniamo Il trito aromatico alle uova.
Scaldiamo una padellina di 15 cm circa di diametro, uniamo un cucchiaio di olio e, quando e' caldo (non deve fumare)' versiamo un quarto/un terzo della miscela di uova.
Facciamo rapprendere, quindi con una paletta lunga e sottile stacchiamo la frittatina dalla padella e giriamola.
Quando e' cotta anche dall'altra parte, e' pronto!
Con lo stesso procedimento possiamo fare le altre due/tre, dipende da che spessore vogliamo.
Possiamo tagliarla a triangolini e servirla cosi', oppure possiamo fare una frittata piu' spessa e tagliarla a cubetti, infilarli in stecchini lunghi e lasciarli a disposizione degli ospiti.
O ancora guarnirli con crema di aceto balsamico per una presentazione piu' sfiziosa:
Oppure a triangolini, semplicemente. Deliziosa fredda, ottima tiepida.

Condividete le vostre esperienze, domande e suggerimenti per migliorare la ricetta, lasciando un commento qui sotto! 
Mandatemi le foto su: forchettaecucchiaino@ gmail.com.

Grazie!

13 maggio 2014

Gnocchi delicati di spinaci e ricotta


Se abbiamo voglia di un primo goloso ma con pochissimi carboidrati, questa e' la ricetta perfetta.
Si preparano velocemente e si possono anche fare qualche ora prima, conservandoli in frigo. In questo caso, per una riuscita migliore, si possono ripassare di nuovo velocemente in un velo di farina, prima di buttarli in pentola.

Ingredienti
500 gr di spinaci o erbette miste (spinaci e bietoline), gia' lavati
50 gr di farina 00 piu' un pugnetto x infarinare alla fine
50 gr di parmigiano grattugiato
1 uovo intero
1 spicchietto d'aglio fresco o una cipollina fresca, tritati
300-400 gr di ricotta ( meglio se mista mucca-pecora)
Sale q.b.

Preparazione:
Lessiamo le erbette in pentola con la sola acqua di residuo del lavaggio.
Lasciamo cuocere finche' sono poco piu che al dente, quindi scoliamo e strizziamo bene.
Mettiamole su un tagliere e tagliuzziamo al coltello.
Mettiamoli in una terrina assieme alla ricotta e al trito di aglio o cipolla.
Aggiungiamo il resto degli ingredienti e giriamo con un mestolo di legno oppure, se si preferisce, con le mani.
Amalgamiamo bene: dovra' presentarsi un impasto abbastanza consistente da tenere in piedi in cucchiaio.

Sistemiamo la spianatoia e infariniamola abbondantemente. Teniamo vicino la farina.
Dividiamo l'impasto in porzioni da un pugno, e con ognuno formiamo un salsicciotto spesso 2 cm di diametro circa, rotolandolo sulla spianatoia. Se servisse, spolveriamo ancora di farina. L'impasto dovrebbe essere abbastanza appiccicoso, almeno all'inizio dell'operazione.


Tagliamo in porzioni lunghi 2-3 cm, usando un coltello affilato.
Cerchiamo di ricoprire ogni gnocco appena formato con la farina, anche nelle zone tagliate. Eviteremo che si disfino durante la cottura.
Man mano che li prepariamo, sistemiamoli in una teglia ricoperta di carta forno.

Mettiamo a scaldare l'acqua in una pentola larga e bassa e quando inizia a bollire, mettiamo il sale e abbassiamo al minimo.
Versiamo gli gnocchi, possibilmente uno ad uno, oppure utilizzando una paletta, evitando di schiacciarli in piu' possibile. 
A questo punto aumentiamo il fuoco, finche' non vediamo che riprende il bollore e a quel punto diminuiamo di nuovo al minimo.
Appena salgono a galla aspettiamo un minuto, sempre con l'acqua che bolle piano.
Scoliamoli benissimo e condiamoli con un sugo di pomodoro fresco e una nevicata di parmigiano, oppure, un classico, con burro e salvia.




Maionese delizia in 30 secondi

La maionese fatta in casa e' tutta un'altra poesia. 
Ha solo un difetto: finisce subito.  :-))
Questa ricetta, se seguita passo passo, da come risultato una maionese squisita, delicata e perfettamente densa, tale da sostenere un cucchiaino!
L'unica difficoltà' consiste nell'avere un buon frullatore ad immersione dotato di regolatore di velocità da posizionare sul massimo.
Per una burnia di maionese, circa 260-280 grammi.
Per una maio all'aglio (ottima come accompagnamento di verdure bollite, come ad es. le patate), basta aggiungere al tutto uno spicchietto d'aglio pulito e senz'anima.

Ingredienti:
1 uovo medio intero (circa 60 grammi in totale)
170-180 gr di olio di semi di arachide o soia
1 pizzicata di sale
1 cucchiaino di senape ( indispensabile per dare un gusto completo, ma nella crema non si sente)
1 cucchiaio e mezzo di succo di limone

Preparazione:
Nel bicchiere del frullatore, oppure in un barattolo di vetro che contenga il frullatore di misura (importante: se il recipiente dove si fa la salsa e' più largo della base del frullatore la maio NON viene),
Inserire, nell'ordine: uovo intero, olio, limone, sale e senape.
Inserire il frullatore a fondo, lasciarlo attaccato alla base del recipiente e frullare per 15 secondi alla massima velocità. 
Si vedrà' che la maionese inizia ad addensare. A quel punto sollevare piano il frullatore e farlo andare su e giù senza uscire dalla crema, per altri 10 - 15 secondi.
Finito!
Travasare in un contenitore da portata.

  

06 maggio 2014

Tagliolini all'uovo con punte d'asparagi e prosciutto crudo


Gli asparagi "veri", quelli selvatici, sono, per me, quelli sardi oppure i luvertin.

Siccome capito spesso in Sardegna per lavoro, quando li trovo me ne porto via un po', poi li taglio e li surgelo.
Restano pressoché perfetti, come appena comprati.
I luvertin invece si raccolgono nei boschi (casualmente ne ho uno dietro casa, dove se ne trovano tanti, in stagione :-) )
E, con un po' di prosciutto crudo, in un'unica fetta, o un buon fondino, viene fuori un ottimo, gustosissimo e veloce primo con prosciutto e asparagi.
Si possono usare anche gli asparagi coltivati, ovviamente!

Ingredienti:
Un mazzetto di asparagina 
200 gr circa di prosciutto crudo tagliato a fiammifero o a cubetti
200 gr di tagliolini all'uovo
3 cucchiai di Panna o ricotta fresca ( facoltativo)
Parmigiano grattugiato, a piacere
Olio EVO circa 3-4 cucchiai

Preparazione:
In una padella facciamo andare a fuoco medio gli asparagi puliti e tagliati a pezzetti, lasciano da parte le punte.
Dopo qualche minuto aggiungiamo il prosciutto e le punte d'asparagi. Alziamo il fuoco e lasciamo saltare per qualche minuto, sinché il prosciutto sarà dorato.
Aggiungiamo la pasta al dente, lasciandola molto umida (ossia senza scolarla bene), giriamo con cura e aggiungiamo panna e parmigiano.
Facciamo mantecare, se serve aggiungiamo qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta e Impiattiamo.
Portiamo subito a tavola.



02 maggio 2014

Lasagne profumate al pesto e besciamella

Le lasagne sono sempre buone, in qualunque declinazione.
Questa versione e' con il pesto e la besciamella: profumatissime e delicate, sono un ottimo primo. Comode da portare ad un pranzo, preparandole il giorno prima saranno ancora piu' buone.
La ricetta del pesto la possiamo trovare qui nel blog.

Le dosi sono per circa 6 persone.

Ingredienti:
Per la besciamella:
30 gr di burro o margarina vegetale ( senza grassi idrogenati)
30 gr di farina
300 gr di latte
Noce moscata grattugiata, q.b.
Sale, una pizzicata abbbondante
Per le lasagne:
Una confezione di lasagne fresche da 250 gr
Circa 8-10 cucchiaiate di pesto
Circa 8-10 cucchiai di parmigiano e pecorino grattugiato.

Preparazione:
Prepariamo la besciamella: mettiamo il burro a pezzettini in una casseruola, facciamolo fondere a fuoco lento. Quando e' completamente fuso aggiungiamo la farina e mescoliamo velocemente. Lasciamo cuocere qualche minuto, sempre mescolando a fuoco medio.
Aggiungiamo un poco  di latte freddo, mescoliamo e abbassiamo il fuoco al minimo. La farina si raggrumera', ma continuiamo ad aggiungere il latte a piccole quantita', continuando a mescolare. Comincera' a diventare una crema densa, cerchiamo allora di dosare le quantita' di latte in modo da avere una crema liscia e senza grumi. Quando la crema sara' diventata morbida e liscia, aggiungiamo tutto il latte, mescoliamo ancora qualche minuto, quindi spegniamo. La besciamella dovra' essere piuttosto liquida.  Aggiungiamo quindi il sale e la noce moscata, mescoliamo bene, quindi copriamo la pentola con la pellicola trasparente per non fare formare la pellicina.
Iniziamo a preparare le lasagne:
Versiamo nella teglia uno leggero strato di pesto e besciamella, per "sporcare" il fondo:

Sistemiamo quindi uno strato di lasagne in modo da coprire bene la base (in genere io le pretaglio della misura giusta prima di usarle), quindi stendiamo una mestolata di besciamella e un paio di cucchiai di pesto, mescoliamo un po' con il dorso di un cucchiaio, quindi facciamo uno strato di formaggi grattugiati.
Mettiamo un secondo strato di lasagne.
Continuiamo fino ad esaurimento degli ingredienti, avendo cura di finire con lo stato di besciamella, pesto e un leggero stato di formaggi.
Cuociamo a 180 gradi in forno con modalita' statica per circa 20 minuti.
Lasciamo raffreddare qualche minuto prima di porzionare.